Le Cantine della Gallura

Il regno del Vermentino

Non solo mare, natura e storia, la Sardegna racconta anche di una millenaria tradizione e cultura enogastronomica.
La composizione dei nostri terreni, vari ed eterogenei nelle diverse zone dell’isola, ha dato vita a più di venti differenti tipologie di viti e uve, come il Cannonau, il Vermentino di Gallura, il Cagnulari, la Malvasia, il Carignano, il Torbato, il Moscato e tanti altri.
Il nord dell’isola, con la sua Gallura, è la patria del Vermentino: qui distese di vigneti segnano il paesaggio e qui hanno sede le più importanti cantine, luoghi dove architettura e natura si fondono perfettamente.
È il caso delle Cantine Surrau, 50 ettari di terreno ricoperti in buona parte da vigneti, uno spazio aperto sul paesaggio della Gallura e interamente visitabile in un itinerario alla scoperta della storia della cantina, nei luoghi della vinificazione e dell’affinamento.
O ancora la Cantina del Capichera, bandiera del Vermentino italiano nel mondo, la Cantina Monti, piccolo Comune tra la bassa Gallura e il Logudoro, nell’immediato entroterra della Costa Smeralda, o quella di Tondini a Calangianus e Siddura a Luogosanto.
In molte di queste cantine puoi affrontare un viaggio nella tradizione enologica sarda, assaggiare, degustare e acquistare tutti i loro prodotti.